XV Edizione
21 giugno – 7 luglio
2019

Sono stati gli alberi, il loro respiro silenzioso, la forza delle loro radici, il nutrimento delle loro foglie, il riparo dei loro rami che dialogano con il cielo, insieme all’azione del camminare i due grandi temi della XV Edizione de Il Giardino delle Esperidi Festival, che si è svolta da venerdì 21 giugno a domenica 7 luglio. Il Festival delle Esperidi 2019, attraverso teatro, musica e perfomance nel paesaggio e un’esperienza di completa immersione nella natura, dal tramonto sino all’alba, ha esplorato così il millenario rapporto tra uomo, alberi e arte.

La XV Edizione ha valorizzato in particolare il tema ecologico legato al mondo delle piante e ha ospitato giovani compagnie di spicco nel panorama del teatro di ricerca italiano ed europeo (Teatro Elettrodomestico, Collettivo Amigdala, bologninicosta, bolognaprocess, Elena De Carolis, Chiara Ameglio, Filippo Maria Ceredi). Altra novità dell’edizione 2019 è stato l’incontro informale tra artisti e pubblico attraverso otto cene conviviali allestite nei luoghi degli spettacoli, nelle piazze dei paesi, nelle cascine e nei parchi”.

Le Esperidi 2019 sono state: 15 palchi e location nella natura; più di 70 artisti; 4 associazioni del territorio; 24 spettacoli, di cui 4 prime nazionali, 2 prime regionali e 3 anteprime; 5 concerti; 16 ore consecutive di performance e concerti notturni; 8 social dinner per 9 giorni e 9 notti di Festival nei 4 comuni aderenti – Colle Brianza, Ello, Olgiate Molgora, Galbiate – e sui suggestivi palchi all’aperto di Campsirago Residenza.

A inaugurare l’edizione 2019, sul palco all’aperto di Campsirago Residenza, è stata la prima nazionale di Berta_canto alla terra di e con Alessandra Pasi, dedicato a Berta Isabel Càceres Flores. Sabato 22 e domenica 23 giugno il festival ha proposto un’esperienza di 16 ore immersa nella natura, con la prima nazionale di Alberi Maestri, performance itinerante di Pleiadi: un percorso poetico e sensoriale d’incontro con gli alberi e con l’intelligenza del mondo vegetale. A seguire Camilla Barbarito ha portato sul palco di Campsirago Residenza il concerto Il sentimento popolare, con Fabio Marconi alla chitarra, Raffaele Kohler alla tromba e Alberto Pederneschi alla batteria. Si è tornati al regno arboreo con la perfomance Alberi di Silvia Girardi, ispirata alla capacità di movimento delle piante e alla fotosintesi.

Ad accogliere il pubblico per la notte i sei musicisti del Collettivo Amigdala con Elementare, performance musicale vocale, “un’alleanza temporanea tra pubblico e artisti, chiamati a condividere il tempo di una notte. Con le prime luci dell’alba Valeria Margherita Mosca, chef, forager di fama internazionale e direttore del Wooding Wild Food Lab, ha guidato il pubblico alla raccolta dell’iperico e del tarassaco, erbe cariche di simbolismo per le loro proprietà benefiche. Il Wooding Wild Food Lab è oggi tra i più importanti laboratori al mondo dedicati alla catalogazione e all’utilizzo del cibo selvatico per la nutrizione umana.

In tarda mattinata, nella yurta di Campsirago Residenza, un momento tout public con Angeli di terra di ScarlattineTeatro. Al tramonto di domenica 23 giugno, nei prati della cascina di Figina, uno tra i luoghi naturali più suggestivi del Monte di Brianza, sono andati in scena due spettacoli che hanno riproposto le caratteristiche salienti del Festival: il Teatro nel paesaggio, il cammino e la relazione tra performer e pubblico. Kodama di Marta Lucchini, minuta liturgia silvestre di trasfigurazioni e Odisseo del Teatro del Lemming. Il lungo e intenso weekend si è chiuso con Bartleby, coproduzione Teatro Invito/Teatro della Cooperativa interpretato da Luca Radaelli e diretto da Renato Sarti.

Venerdì 28 giugno Sista Bramini, pioniera italiana del Teatro natura, è tornata alle Esperidi con Viaggio di Psiche. Dopo di lei Giuseppe Semeraro in Digiunando davanti al mare ha dato vita a un intenso monologo a più voci dedicato alla vita del poeta e pacifista Danilo Dolci. A chiudere la serata la compagnia bologninicosta, vincitrice di premi nazionali e internazionali, tra cui il Primo Premio Nazionale di Drammaturgia Contemporanea “CENDIC-Segesta 2016”, Grand prix for the Best Performance e Award for the Best Director all’International Theatre Festival, che ha presentato l’anteprima studio di QUANDO_non c’era ancora niente ma c’era il tuo cuore.

Sabato 29 giugno in scena a Campsirago Residenza lo spettacolo di figura L’altro giorno di Teatro elettrodomestico e Raptus di Rossella Dassu. Ha chiuso la serata il musicista berlinese Chris Imler, iconico simbolo della scena musicale underground tedesca degli ultimi tre decenni, con il disco Maschinen und Tiere.

Ad accogliere il pubblico domenica Non ho l’età, la nuova opera tout public di Riserva Canini. In serata il grande narratore e attore pugliese Luigi D’Elia ha portato porta in scena Cammelli a Barbiana, Don Lorenzo Milani e la sua scuola scritto con Francesco Niccolini e con la regia di Fabrizio Saccomanno. A seguire, lo stesso Luigi D’Elia è stato la voce narrante dello spettacolo-concerto Preludi all’Amore con i musicisti Bevano Est.

L’ultimo fine settimana di Festival ha visto due prime nazionali, una prima regionale, la presentazione di uno studio, una giovane compagnia internazionale e due giovani performer acclamati dalla critica. Ha aperto la serata di venerdì 5 luglio, a Villa Gola, la danzatrice Chiara Ameglio con il suo primo lavoro come coreografa e autrice, TRIEB_L’indagine, una riflessione sull’unicità e complessità della persona e sulla coesistenza di luce e ombra in ognuno di noi. Nella splendida cornice di Villa Sommi Picenardi la prima nazionale di Angst. Il dramma perfetto. di Giulietta De Bernardi con la consulenza drammaturgica di Michele Panella, produzione ScarlattineTeatro e Campsirago Residenza

Sabato 6 luglio, dopo la quarta replica di Alberi maestri, il Festival delle Esperidi ha ospitato in prima nazionale Piccola patria di Lucia Franchi e Luca Ricci e Filippo Michelangelo Ceredi in Between me and P.

Domenica mattina, nella yurta, uno spettacolo multisensoriale dedicato alla primissima infanzia, Sisale di ScarlattineTeatro. L’ultima serata della XV edizione, domenica 7 luglio, si è tenuta come di consueto, sui palchi sospesi di Campsirago Residenza. In forma di primo studio Antonello Cassinotti ha presentato BEUYS ovvero del territorio utopico dell’energia naturale di delleAli Teatro, dedicato a Joseph Beuys. Hanno debuttato in prima regionale Medea. Live in Corinth di e con Elena De Carolis e la giovane compagnia belga bolognaprocess, finalista Premio Scenario Periferie 2019, con ANTICORPI – Studio, un viaggio-inchiesta in quattro paesi europei che racconta i giovani militanti neo-nazionalisti. La notte dell’ultima sera delle Esperidi 2019 si è conclusa con il bellissimo concerto di Luca Maria Baldini Before the moon.

Il Giardino delle Esperidi Festival, la cui direzione artistica è stata curata da Michele Losi, è un progetto di Campsirago Residenza con il sostegno di MIBACT, Regione Lombardia, Fondazione Cariplo, Comuni di Colle Brianza, Ello, Olgiate Molgora, in collaborazione con gli abitanti di Figina, frazione di Galbiate. Ha il riconoscimento di Europe For Festivals e il patrocinio della Provincia di Lecco. Main sponsor Acel Energie. Sponsor Baggi e Natì. Media partner dell’edizione 2019 sono Radio Popolare, La Provincia di Lecco, Krapp’s Last Post.

Spettacoli

BERTA_canto alla terra Nudoecrudo Teatro PRIMA NAZIONALE
Alberi Maestri Pleiadi, Campsirago Residenza PRIMA NAZIONALE
Il sentimento popolare concerto
Alberi Silvia Girardi
Elementare Collettivo Amigdala concerto
Angeli di terra ScarlattineTeatro, Campsirago Residenza PRIMA NAZIONALE
Kodama Marta Lucchini
Odisseo Teatro del Lemming
Bartleby Teatro Invito, Teatro della Cooperativa
Viaggio di Psiche O Thiasos TeatroNatura
Digiunando davanti al mare Principio Attivo Teatro
QUANDO_non c’era ancora niente ma c’era il tuo cuore bolognini costa ANTEPRIMA
Saga salsa QUI e ORA Residenza Teatrale
L’altro giorno Teatro elettrodomestico
Raptus cada die teatro
Chris Imler concerto
Non ho l’età Riserva Canini, Campsirago Residenza
Cammelli a Barbiana, Don Lorenzo Milani e la sua scuola compagnia INTI
Preludi all’Amore Luigi D’Elia e i Bevano est
TRIEB_L’indagine Fattoria Vittadini, Campsirago Residenza
ANGST. Il dramma perfetto ScarlattineTeatro, Campsirago Residenza PRIMA NAZIONALE
Piccola patria CapoTrave – Infinito PRIMA NAZIONALE
Between me and P. Filippo Michelangelo Ceredi
Sisale ScarlattineTeatro, Campsirago Residenza
BEUYS ovvero del territorio utopico dell’energia naturale delleAli Teatro STUDIO
Medea AgaveTeatro
ANTICORPI – Studio Paola Pisciottano/bolognaprocess
Before the moon Luca Maria Baldini concerto

  • Previous ProjectIl Giardino delle Esperidi Festival #2016

  • Next ProjectIl Giardino delle Esperidi Festival #2018