Un festival itinerante che si nutre di paesaggio, parte da una terra, dai suoi alberi, dalle sue valli, dai borghi e dai boschi del San Genesio, per diventare luogo universale d’incontro.

Il Giardino delle Esperidi Festival, teatro, danza, musica e poesia nei borghi e sui sentieri del Monte di Brianza.

Le Esperidi sono forme d’arte che si contaminano nel cammino, nella scoperta, nello stupore; sono un invito a partire per un viaggio, a vedere, udire, percepire, immaginare. Alle Esperidi la natura, con la sua immensa bellezza, diventa palcoscenico e opera stessa. Un evento magico che crea un connubio speciale tra Arte, nelle sue diverse forme, Natura, spettatori e comunità.

Gli spettacoli delle Esperidi vanno in scena da sedici anni su oltre dieci palcoscenici allestiti in location di grande bellezza architettonica e paesaggistica, che ogni anno si rinnovano accompagnando il pubblico alla scoperta del territorio. I luoghi del festival sono infatti i suggestivi paesaggi naturali, i boschi di castagno, gelso e robinia, le meravigliose ville, le antiche cascine e le chiese secolari della Brianza. E, naturalmente, i due suggestivi palchi di Palazzo Gambassi, sede di Campsirago Residenza, sospesi sulla vallata illuminata dalle stelle e dalla miriade di luci notturne della grande metropoli milanese.

Nel corso delle sue edizioni il festival itinerante e diffuso ha ospitato compagnie nazionali e internazionali e ha interessato dieci comuni della Brianza.

Cuore de Il Giardino delle Esperidi è il Teatro nel paesaggio, un genere di ricerca che trae le sue radici nell’antichità e che oggi rappresenta uno dei filoni più innovativi del teatro contemporaneo. Ogni opera viene riadattata o creata appositamente per i contesti naturali e paesaggistici nei quali viene rappresentata, diventando così un evento unico e irripetibile.

Accanto a spettacoli site-specific e a spettacoli itineranti nella natura, Il Giardino delle Esperidi ospita spettacoli di teatrodanza, teatro di figura, nuova drammaturgia, reading, concerti e incontri. Ogni anno all’interno del Festival vengono organizzati seminari e workshop di formazione teatrale, oltre a social dinner con gli artisti.

Tutti gli anni una parte della programmazione è dedicata alle nuove generazioni, con spettacoli per la primissima infanzia e ragazzi.

Il Festival si svolge ogni anno tra giugno e luglio, a cavallo del solstizio d’estate per celebrare ancora una volta lo stretto legame con la natura. Apre eccezionalmente al pubblico location di grande pregio, come Casa Gola, appartenuta al pittore Emilio Gola e ancora proprietà della famiglia, la settecentesca Villa Sommi Picenardi, l’eremo di San Genesio, la chiesa di San Michele al Monte Barro, Villa Bertarelli, e, naturalmente i palchi all’aperto di Palazzo Gambassi.

La direzione artistica de Il Giardino delle Esperidi è di Michele Losi.

Nel 2015 il Giardino delle Esperidi Festival ha ottenuto la EFFE label dall’European Festivals Association (EFA), riconoscimento conferito ai festival europei che rispecchiano i tre criteri guida dell’impegno artistico, del coinvolgimento delle comunità locali e della prospettiva europea e globale.