Il Giardino delle Esperidi Festival inaugura Vivarium, percorso artistico permanente in cui musiche, suoni e una drammaturgia originale convivono e si fondono con sorprendenti opere digitali in realtà aumentata. Un’installazione che accompagna il pubblico lungo il sentiero da Campsirago all’eremo di San Genesio, fruibile in autonomia attraverso il proprio smartphone e l’app gratuita Imaginar. Vivarium, progetto di Campsirago Residenza e Bepart, fonde i linguaggi della performing art con quelli delle nuove tecnologie applicate all’arte.

Per tutta la durata del festival saranno esposte le opere della fotografa e visual artist francese Marilyne Grimmer. Il progetto fotografico partecipativo Saluti da… indaga il rapporto di ognuno e ognuna con il qui e con l’altrove. Ne è nata una mostra di immagini e una serie di cartoline surreali che Il Giardino delle Esperidi Festival espone nei luoghi degli spettacoli.

Saluti da… Marilyne Grimmer

Vivarium