lettura dal vivo

Dove
Campsirago Residenza, Colle Brianza
Quando
Dalle 10.00 alle 24.00

Dove sono nato non lo so

Lettura delle opere di Cesare Pavese, in una successione ininterrotta dal mattino alla notte. Dal vivo, sul palco di Palazzo Gambassi sette attori e attrici si alterneranno nella lettura di un’antologia scenica dell’opera di Pavese. Le loro voci saranno diffuse lungo il versante sud del Monte di Brianza, per inondare il paesaggio e i sentieri con le liriche e le prose del grande autore piemontese. Sin dalla salita per Campsirago, percorrendo il sentiero romanico o la strada nel bosco, spettatori e camminatori, potranno ascoltare la voce degli attori che leggeranno dal vivo. Il pubblico potrà assistere liberamente e gratuitamente alle letture in qualsiasi ora del giorno e della sera arrivando casualmente o seguendo il calendario programmato delle opere.

spettacolo

Dove
Campsirago Residenza
Quando
Ore 18.00

ÀBITO

ÀBITO sono Olei e Caduto che vivono all’interno di una scultura, le pareti di casa loro.
Lui, Caduto, deve essere caduto dall’albero di ciliegie, quello che sta davanti casa.
Lei, Olei, nemmeno lei ricorda bene da dove venga e quante “lei” sia.
Forse sono i tuoi vicini di casa o quelli di cui si vocifera in paese, ma con cui nessuno ha mai parlato davvero. Forse, ma non è importante.
Si, perché in ÀBITO i panni sporchi si lavano dentro casa fino a stracciare la realtà con il sogno e la vita appare come un elefante nel salotto. Impossibile ignorarla. Impensabile spostarla con un semplice invito ad andarsene.

spettacolo

Dove
Valgreghentino
Quando
Ore 21.00

Lear e il suo matto

Il burattinaio Walter Broggini incontra Luca Radaelli per dare vita a un Re Lear che trae linfa dal teatro popolare, dalla farsa, dal balletto indemoniato delle teste di legno. Nel nuovo spettacolo di Teatro Invito la scena elisabettiana è ridotta a una baracca di burattini dove tutto è permeato di black humour: Brighella si identifica con il cattivo, il bastardo Edmund, il lombardo Pirù si appropria delle caratteristiche del Fool e del fedele Kent per accompagnare Lear nel percorso che lo porterà solo attraverso la follia a essere saggio, così come, parallelamente, il deuteragonista Gloucester solo con la cecità riuscirà a vedere. In questa razza di mondo dove i ciechi guidano i matti.